Sciatica meglio riposo o camminare?

Camminare con una lombalgia – Camminare con un’ernia del discoCamminare con una malattia del disco1001 altri benefici per la salute del camminare

Camminare con la sciatica a volte è difficile o doloroso, o semplicemente non è possibile. Ma camminare è una delle forme più efficaci di attività fisica in un programma di riabilitazione fisica, e una delle più facili da fare.
Il solo camminare non curerà la sciatica, ma è un grande passo verso la guarigione.

Cammina finché puoi

Se il dolore lo permette, camminare è una delle cose migliori da fare in attesa che le cose migliorino.
Se è difficile camminare, non devi sforzarti. Il tuo medico deve essere informato. È possibile che tu non possa camminare perché l’infiammazione è troppo importante, nel qual caso passerà, ma è anche possibile che la compressione del nervo sciatico sia troppo forte, nel qual caso la situazione è delicata e devi essere curato da un medico specialista: neurochirurgo o ortopedico.

Non essere in grado di camminare a causa della sciatica è uno dei sintomi che il chirurgo prenderà in considerazione dovesse proporre un’operazione al canale lombare stretto.

Questa procedura chirurgica è molto efficace e darà rapidamente sollievo al paziente, gli permetterà di camminare senza dolore e di riprendere una vita normale.

A parte questi casi di sciatica aggravata, che sono relativamente rari, si consiglia di evitare di stare fermi e soprattutto di non stare seduti troppo a lungo.

Camminare con la sciatica: un’attività fisica completa.

Camminare con la sciatica aiuta ad accelerare la guarigione.

I benefici del camminare sono spesso sottovalutati.

  • Camminare è un ottimo esercizio per stimolare il circolo sanguigno nelle zone doloranti della parte bassa della schiena, dei glutei e delle gambe.
  • Camminare ha un impatto lieve su articolazioni, muscoli e ossa ed è nella quasi sempre un’attività fisica abbastanza comoda per il paziente con sciatica, ernia del disco lombare o discopatia.
  • Camminare dà un po’ di sollievo alle zone doloranti.
  • Camminare non ti fara guarire della sciatica ma ti aiutera molto.

Consigli per camminare con la sciatica

  • Inizia lentamente, non andare troppo veloce o troppo lontano: è un lavoro che ripaga nel tempo, attraverso lo sforzo che ci metti.
  • Aumenta la distanza e il tempo di camminata gradualmente e senza sforzarti.
  • Cammina in luoghi dove ti senti sicuro (strade sterrate, parchi, centri commerciali,…)
  • Cammina su superfici lisce e piane (evita i ciottoli o i sentieri con una superficie scadente)
  • Usare buone scarpe con suole comode.
  • Attento alla postura: ricordati di stare sempre in piedi.
  • Tieni il tuo telefono a portata di mano, non si sa mai…
  • Rimanere idratati
  • Prima di andare a fare una passeggiata, mangia leggero
  • Parlate con il vostro fisioterapista o medico
camminare bene con la sciatica

Per camminare bene (con o senza sciatica), bisogna fare attenzione a non atterrare sulle punte dei piedi, ma sul tallone. Poi “srotola” il piede a terra e usa tutta la parte anteriore del piede, non solo le dita.

Sciatica: camminare in palestra?

Se hai difficoltà a camminare ma il tuo medico ti ha assicurato che non ci sono problemi di cui preoccuparsi (come un canale lombare stretto), la soluzione può essere la palestra e il tapis roulant. Ma attenzione: si può essere tentati di puntare alla performance piuttosto che alla resistenza, e il tapis roulant non dovrebbe essere trasformato in un tapis roulant.

Si può camminare con la sciatica? Usa il buon senso.

Camminare è una delle cose migliori che puoi fare quando hai la sciatica e i sintomi preoccupanti sono spariti. Oltre a muoversi, camminare ha il merito di liberare la mente e permette di vedere le cose sotto una luce diversa, spesso più ottimista, e questo non è trascurabile quando il problema si trascina: la guarigione è anche una questione di mente.
Tuttavia, se è troppo doloroso, si dovrebbe evitare di camminare: riposare e riprovare più tardi. meglio.

Si deve camminare con la lombalgia?

Camminare con una lombalgia è come sbattere la testa contro il muro quando si ha un’emicrania: non servirà, farà solo peggiorare la situazione.
In caso di lombalgia, i muscoli profondi della schiena sono doloranti e infiammati e l’ultima cosa che si vuole fare è forzare questi muscoli a produrre sforzo.

Camminare con la lombalgia ritarderà solo il processo di guarigione ed è consigliabile riposare piuttosto che muoversi.

Se il problema non si è risolto o è in via di risoluzione dopo tre giorni, dovresti consultare un medico, perché camminare fa così bene a tutto che non dovresti rimanere  per più di tre giorni senza camminare.

Ernia del disco: meglio il riposo o camminare?

Camminare con un’ernia del disco è altamente raccomandato, a condizione che non influisca sulla soglia del dolore.
A differenza della lombalgia, l’ernia del disco non è una patologia muscolare e si raccomanda di lavorare il più possibile i muscoli della schiena, da un lato per abbreviare il tempo di guarigione, e dall’altro come parte di una prevenzione più generale contro il mal di schiena e i rischi di ricaduta.

Ernia del disco e difficoltà a camminare

C’è da aspettarsi qualche difficoltà nel camminare, ma questo non dovrebbe scoraggiarti dal provare (facendo sempre attenzione a non farti male)

La difficoltà a camminare è causata dal fatto che, a seconda della posizione e dell’intensità della compressione del nervo sciatico, si può provare dolore, formicolio, debolezza nel piede o nel tallone d’Achille e questo può diventare più grave quando si inizia a camminare. E fa sempre più male, in modo da non poter andare molto lontano.

Soprattutto, non fatevi prendere dal panico, non demoralizzatevi,
non perdere la speranza: andrà meglio!
Tra due settimane o tra 6 settimane: tornerà.
Evitate di stare seduti ad aspettare e vedrete.

È importante usare il buon senso, accettare che dobbiamo limitarci agli sforzi che la nostra condizione fisica e il nostro stato di salute ci permettono di fare, senza cercare di raggiungere una performance, ma tenendo d’occhio i progressi fatti di settimana in settimana.

E la malattia del disco? Meglio il riposo o camminare?

Si raccomanda anche di camminare con la malattia del disco. Anche in questo caso, il problema non è muscolare e si raccomanda quindi di muoversi il più possibile.

A meno che non ci sia una grave malattia del disco, camminare non dovrebbe avere un impatto sulla soglia del dolore, purché sia ragionevole.

Nessuno ti sta esortando ad andare a camminare per 10 km lungo sentieri tortuosi o ad iscriverti ad un corso di camminata nordica di 3 giorni se è al di là delle tue capacità.
Scegli dei percorsi semplici e brevi all’inizio.

Camminare per 30 minuti al giorno è sicuramente meglio di niente.
Un’ora di camminata a proprio agio, con buone scarpe e su terreno neutro, è il massimo!

I 1001 altri vantaggi del camminare per la salute

Oltre ai effetti benefici per la colonna vertebrale, l’equilibrio, la postura, i muscoli della schiena e delle gambe, camminare regolarmente è sinonimo di longevità, buona salute e una migliore qualità di vita.

Questo è particolarmente vero per le persone anziane, che sono più interessate al concetto di longevità e per le quali la quantità e lo stile di attività fisica tende a diminuire con l’età.

Secondo i ricercatori della Harvard School of Public Health, le donne che camminano almeno tre ore a settimana hanno un rischio di ictus inferiore del 43% rispetto alle donne inattive.

I benefici del camminare per la salute mentale

Camminare rilascia endorfine naturali che alleviano il dolore nel corpo: uno studio della California State University ha dimostrato che più passi facciamo durante il giorno, migliore è il nostro umore.

Camminare e aspettativa di vita

Piu cammino, meglio sto!

A partire dai 50 anni, camminare regolarmente aumenta l’aspettativa di vita di più di 8 anni per il 35% delle persone in buona salute.
Questa percentuale sale al 45% per gli over 50 che hanno una salute peggiore e che camminano regolarmente.

Per di più…

  • Camminare  rafforza il cuore, previene le malattie cardiache, aiuta ad abbassare la pressione sanguigna
  • Camminare riduce il rischio di diabete, obesità e aiuta a perdere peso.
  • Camminare favorisce un sonno di buona qualità.
  • Camminare aiuta il sistema respiratorio a funzionare correttamente.
  • Camminare aiuta a rafforzare le ossa e la cartilagine ossea.
  • Camminare rallenta il processo di invecchiamento della memoria e riduce il rischio di Alzheimer
  • Camminare rallenta gli effetti dell’invecchiamento permettendo agli anziani di essere attivi più spesso e più a lungo.

Objets personnalisés

Retrouvez les coaches dans la boutique

Sorry, no posts were found.