Sciatica: formicolio ai piedi e alle gambe

Sintomi – Cause – Chi consultareDiagnosiTrattamentoAntibiotici

Cos’è la parestesia?

La parestesia è una perdita spesso temporanea della sensazione in un arto (braccio, mano, gamba, piede o anche dito del piede) caratterizzata da sensazioni spiacevoli di formicolio, spilli e aghi, intorpidimento.

La parestesia può essere permanente o temporanea ed è scatenata dall’attività: se è temporanea, alterna periodi di perdita di sensibilità a periodi di dolore nelle zone interessate.

Per esempio, si può sentire dolore sulla parte esterna del piede e poi qualche ora dopo, il piede si è addormentato è non senti più nulla: il dolore lascia il posto a una perdita di sensibilità o intorpidimento al piede e tornerà più tardi.

Non particolarmente doloroso in sé, l’intorpidimento di una gamba, l’addormentamento di un piede o di un dito del piede provoca uno squilibrio nella postura e nell’andatura che a sua volta è responsabile della zoppia e del dolore che può essere sentito quasi ovunque dalla parte bassa della schiena alla punta dei piedi, (a parte nelle aree intorpidite).

Definition de paresthésie sur WikipediaLa parestesia è un’alterazione della sensibilità degli arti o di altre parti del corpo. In particolare, il termine descrive una condizione caratterizzata da fenomeni sensitivi a livello locale, più frequentemente descritti come formicolio, a volte unita a sensibilità alterata o diminuita (anestesia e disestesia), e di freddo o caldo senza stimolo termico o interno, oppure aumento di sensibilità alla temperatura reale o al dolore (iperalgesia e iperestesia). (da Wikipedia)

Se la parestesia è il risultato di un’ernia del disco, la perdita di sensibilità si verifica nella gamba o nel piede destro o  o può interessare una o più dita del piede a seconda della zona precisa in cui il nervo sciatico è compresso.

Sciatica: perché ho il piede addormentato? Video

Formicolio & intorpidimento dopo la sciatica

Il sintomo principale della parestesia è la perdita di sensibilità, formicolio, spilli e aghi, intorpidimento permanente o momentaneo che si verifica in una gamba, piede o dita dei piedi.

Se l’intorpidimento si verifica in un piede, è abbastanza restrittivo in quanto non si può più sentire il contatto con il suolo e questo porta a problemi di postura e di equilibrio.

Cause di formicolio & intorpidimento

Formicolio alla gamba, intorpidimento al piede, formicolio al piede o alle dita dei piedi sono spesso il risultato della compressione del nervo sciatico, ma una gamba intorpidita o un piede addormentato possono anche essere il risultato di abuso di alcol, disfunzioni neurologiche, diabete, malattia di Lyme, effetti collaterali della chemioterapia, infiammazione del midollo spinale.

Nel mio caso, la causa è la conseguenza di una doppia ernia del disco avvenuta nel 2006 ed è per questo motivo che sto scrivendo questo post.

I ciclisti possono anche provare formicolio ai piedi, specialmente dopo essere stati seduti sulla bici per una o più ore. La posizione sulla bicicletta e il fatto di pedalare possono causare una leggera compressione del nervo sciatico che a sua volta causerà la sensazione di formicolio al piede o alle dita.

Formicolio & intorpidimento: chi e quando consultare?

Se il piede è addormentato o c’è una costante sensazione di formicolio alle dita dei piedi, alla gamba o anche al braccio o alle dita, si consiglia di consultare un medico senza indugio. Il medico più appropriato è il neurochirurgo o il ortopedico che conoscono a memoria questo tipo di patologia e sanno cosa fare per trattarla.

Parestesia: come diagnosticare ?

Una volta che ci si lamenta della perdita di sensibilità, intorpidimento, formicolio o spilli e aghi nel piede, nelle dita o nella gamba e si è identificata una delle cause sopra menzionate, la diagnosi di parestesia è praticamente ovvia. Soprattutto, è importante valutare l’entità del danno, per cercare di dare al paziente un’idea delle possibilità di recuperare il piede o la gamba e quanto tempo ci vorrà.

Il medico farà alcuni test di sensibilità per cercare di capire se il paziente sente poco, molto o niente.

Il medico può anche guardare se il paziente è in grado di stare in piedi in punta di piedi o sui tacchi o per niente.

In caso di dubbio, il medico può chiedere al paziente di eseguire un’elettromiografia (test del sistema nervoso). In poche parole: il nervo sciatico o i nervi periferici vengono stimolati con quelle che sembrano piccole scosse elettriche e si osservano le risposte del paziente.

Trattamento formicolio & intorpidimento

Questa è la domanda cruciale: per quanto tempo il mio piede rimarrà insensibile, riavrò tutte le mie sensazioni, cosa devo fare per ottenere questo?

A seconda dei sintomi e dei risultati dell’elettromiografia, il medico potrà stabilire un piano di trattamento. In genere si tratta di riposo, fisioterapia e se questo non aiuta, chirurgia per rimuovere la causa se possibile e il problema è la disabilitazione: ad esempio, operando su un’ernia del disco si dovrebbe, in linea di principio, rimuovere la compressione del nervo sciatico e l’arto colpito dovrebbe tornare al suo stato originale se non ha danneggiato irreparabilmente .

Questo funziona nella maggior parte dei casi, ma è impossibile dare cifre precise o tempi di recupero caso per caso.

La stragrande maggioranza delle persone che si sottopongono a un intervento chirurgico per un’ernia del disco lombare o un canale lombare stretto riferiscono che il formicolio alla gamba o l’intorpidimento del piede o di una o più dita scompaiono immediatamente dopo l’operazione.

E un giorno, il mio piede addormentato si è svegliato…

Giugno 2017

Se avete letto altre pagine di questo blog, avrete notato che nel 2006,  mi è stata diagnosticata una doppia ernia del disco lombare, con sciatica invalidante e canale lombare stretto (potete leggere la mia storia qui).

Dopo 5 o 6 anni di privazioni durante i quali l’unico risultato possibile sembrava essere una sedia a rotelle, le cose hanno cominciato a tornare a poco a poco alla normalità, almeno nelle mie vertebre lombari e nella mia gamba destra, e se oggi la mia parte bassa della schiena è ancora sensibile, posso vivere normalmente e persino fare sport senza problemi.

Tuttavia, la mia gamba destra e il mio piede destro avevano perso le loro piume nella lotta: la mia gamba destra era insensibile e il mio piede destro completamente insensibile, addormentato.

Nemmeno una sensazione di formicolio, NIENTE!

Ma a poco a poco, mentre il problema con le vertebre si assestava, le sensazioni nella gamba e nel piede cominciarono a tornare.

Alla fine della giornata e fino a 10 giorni fa, avevo recuperato la gamba destra al 95% e il piede destro all’80%.
E io ne ero felice, decidendo di il certo fastidio che sentivo  sulla parte superiore del mio piede destro, specialmente con certe scarpe che erano un po’ troppo a contatto con la parte superiore del piede.
Ho un debole per le belle scarpe…

Comunque…

Gli antibiotici hanno fatto il resto.

All’inizio di giugno 2017, ho consultato un otorinolaringoiatra per cercare di trovare una soluzione al mal di testa cronico e al dolore al collo che non andava via e lei ha deciso di mettermi sotto antibiotici per 10 giorni.

Il 7° giorno di trattamento, ho cominciato a sentire un netto miglioramento del mio stato generale: meno stanchezza, meno dolori, mi addormentavo in 5 minuti e per 8 ore di seguito, insomma, una qualità di vita che non avevo da anni poiché questi dolori avevano di fatto preso il sopravvento sui miei problemi alla schiena.

E per finire, mi sono reso conto che il mio piede destro si era svegliato completamente! Niente più formicolii, niente più spilli e aghi, niente più fastidi con qualsiasi scarpa: anche quelle che non potevo più mettere, ora posso metterle (per quanto tempo, non so ancora se gli antibiotici hanno risolto questo problema in modo permanente o solo temporaneamente e tornerà, ma nel frattempo, vi garantisco che mi piace.

Il mio trattamento antibiotico

  • Amoxicillina: 1000 mg 2X / giorno
  • Claritromicina: 500 mg 2X / giorno.
  • Durata: 10 giorni

PS: Non fatemi dire che per curare il formicolio alle gambe ci vogliono gli antibiotici: non sto dicendo questo, vi sto solo raccontando quello che è successo al mio piede dopo il mio trattamento

Gli antibiotici significano batteri

A questo punto, non so cosa pensare, o come spiegare il fatto che un ciclo di antibiotici ha risvegliato il mio piede destro, che è stato insensibile per anni, e il cui recupero completo sembrava essere in pericolo.

Non ho ancora visto l’otorinolaringoiatra per discuterne e io preferirei solo essere felice di questo, almeno fino alla prossima visita.